È nata la Sezione AIA di Gradisca d'Isonzo

È nata la Sezione AIA di Gradisca d’Isonzo

Dalla prossima stagione sportiva, l’isontino avrà una sola sezione arbitri. L’ufficialità è arrivata a inizio luglio, tramite una nota del Comitato Nazionale dell’A.I.A/FIGC, che a inizio luglio ha messo nero su bianco quello che gli “addetti ai lavori” sapevano già da tempo: le sezioni di Gorizia, Monfalcone e Cormons confluiranno in una unica, spostandosi a Gradisca d’Isonzo.

Questo accopparmento, che segue quello già verificatosi in regione tra Cervignano e Latisana nel 2016, porterà alla creazione della seconda compagine AIA più grande del Friuli Venezia Giulia, dopo Udine. Sono, infatti, quasi 160 i tesserati che troveranno nell’ex fortezza veneziana la propria nuova casa. Si tratta di un numero importante, che permetterà alla nuova compagine di affrontare al meglio i prossimi campionati, risolvendo i problemi di numeri presenti negli ultimi anni.

La carenza di arbitri e il limitato numero di partite a disposizione per le singole sezioni, infatti, non permettevano un perfetto impiego dei primi. La nuova sezione avrà così competenza sull’intero territorio dell’ex provincia di Gorizia, così com’era prima ma con le tre realtà divise. Era quello che i dirigenti sezionali, regionali e anche nazionali volevano raggiungere, impegnandosi attivamente da oltre un anno. Decisivi questi ultimi mesi dove il Commissario Straordinario della Sezione di Gorizia, Luigi Franzò, e I Presidenti delle Sezioni di Cormons, Giorgio Deros, e Monfalcone, Roberto Semolic, hanno definito le basi tecniche e organizzative della nuova realtà.

Importante è stata la sensibilità e la disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Gradisca d’Isonzo, a cui si esprime un significativo ringraziamento, che mettendo a disposizione i locali consente fin d’ora il regolare avvio dell’attività tecnica e associativa della nuova realtà sportiva. I nostri arbitri non solo porteranno il nome della nostra cittadina sul territorio nazionale, ma sapranno integrarsi nel tessuto sociale con i comportamenti e la passione che hanno sempre contraddistinto la categoria arbitrale.

Già l’anno scorso i membri di Gorizia e Monfalcone avevano svolto il ritiro pre-campionato insieme, a Piani di Luzza, oltre a ritrovarsi per alcune riunioni durante la stagione. A questo rapporto già avviato, si aggiungerà anche la storica sezione di Cormons, che ha portato ai massimi vertici arbitrali in Italia e a livello internazionale alcuni suoi tesserati. Arbitri con un’importante carriera sono passati però anche per le altre due, contribuendo a donare alla neonata AIA Gradisca d’Isonzo un passato di primo piano.

Il Presidente del CRA FVG, Andrea Merlino, si è detto compiaciuto per questa iniziativa, ritenendo la nuova realtà un’ottima opportunità di crescita tecnica e associativa per l’intera area. Ovviamente, ha aggiunto in una nota, la scomparse di realtà simili porta “sempre con sé rammarico sul piano sentimentale, ma una visione a lungo respiro non può prescindere dall’assunzione di decisioni logiche e fatte per il bene di una intera e ampia comunità territoriale”.

Comments are closed